L'Italia vista con gli occhi degli italiani

A Roma un carnevale popolare e vivo come nel 1800 » Pioggia colorata di coriandoli

Dumas ambienta in tale contesto alcuni capitoli del “Conte di Montecristo” in cui afferma:
“S’immagini quella grande e bella strada del Corso ornata da un’estremità all’altra di palazzi a quattro o cinque piani con tutte le loro ringhiere addobbate, con tutte le finestre coi tappeti. A queste ringhiere e a queste finestre, trecentomila spettatori, romani, italiani, stranieri, venuti da tutte e quattro le parti del mondo, tutte le aristocrazie riunite, aristocrazie di nascita, di denaro, di genio, donne graziose anch’esse sotto l’influsso di questo spettacolo, si curvano sulle ringhiere, sporgono fuori dalle finestre, fanno piovere sulle carrozze che passano una grandine di confetti che viene contraccambiata in mazzi di fiori…”

Annunci

I commenti sono chiusi.